Le forme dell’autoproduzione – un corso di taglio e cucito base

20 02 2014

26per1, in passato, ha declinato in diverse forme la parola AUTOPRODUZIONE.
Autoproduzione è sostenibilità, manualità, creatività, liberazione dagli sprechi, valore delle cose e del modo in cui si fanno.

Quello che 26per1 vi presenta oggi è un CORSO DI TAGLIO E CUCITO BASE, per principianti.

stars

PERCHE’?
Per due motivi: il primo è che se un calzino si buca, un bottone si scuce o un orlo si disfa posso ripararlo. Riparare significa ridare valore a qualcosa che è stato usurato dal tempo e dall’utilizzo e che permette all’oggetto di ritrovare la sua completa funzionalità, senza doverlo necessariamente buttare.
Il secondo motivo è che rappresenta un’opportunità per recuperare il senso della manualità e della misura: attraverso l’insegnamento di tecniche base del cucito a mano si daranno le nozioni fondamentali per creare piccoli manufatti homemade.

COSA?
Un ciclo di 10 incontri, per imparare le tecniche base del taglio e cucito.
Si partirà da una lezione teorica in cui verrà fatta un’introduzione generale ed esaustiva sugli strumenti del mestiere, sulle principali tipologie di tessuti e sui diversi tipi di punto a mano.
Dalla seconda lezione in poi ci si concentrerà sulla pratica partendo dall’esecuzione dei punti a mano e proseguendo con l’applicazione di bottoni di vario genere, all’esecuzione di asole a mano, fino ad arrivare ai rammendi, agli orli e alla realizzazione di piccoli manufatti di vario genere.
Per questo primo corso non è necessario possedere una macchina da cucire.

CHI CONDUCE IL CORSO?
Lorenza Felletti.

Lorenza si forma presso L’Accademia di Belle Arti di Brera, conseguendo dapprima un diploma di laurea in Design e successivamente il diploma di laurea specialistica in Fashion Design. Nel corso degli anni di studio approfondisce i suoi interessi con svariati corsi professionali tra cui Taglio e Cucito presso Arte&Moda, e Teoria del Costume Teatrale presso l’Accademia della Scala. Prima di entrare ufficialmente nel mondo del lavoro fa esperienza come assistente costumista al Mandell Weiss Theatre di La Jolla, San Diego (California) per poi tornare in Italia ed iniziare la sua carriera come modellista ed assistente prodotto. Oltre al lavoro aziendale collabora con Costume National, PEB Clothing e Lady Pix, e ad oggi lavora per brand quali Diesel, Valentino, Trussardi e Cavalli.

DOVE? QUANDO?
Ogni martedì, a partire dall’ 11 marzo, per 10 incontri, dalle 20:30 alle 22:30.
Il corso avrà luogo negli spazi della Cooperativa Elaborando, via Pozzi 3, Busto Arsizio (VA).
E’ previsto l’utilizzo di un videoproiettore per permettere a tutti di vedere le tecniche manuali.

QUANTO COSTA?
Il corso costa 50 euro per chi è già in possesso della tessera ARCI 2014.
Per i non-possessori della tessera il costo è di 65 euro, compreso il tesseramento obbligatorio per poter accedere all’attività. 
I non-soci si potranno tesserare ad ARCI/26per1 alla prima lezione.

ISCRIZIONI?
Per iscriversi è sufficiente mandare un’email con il proprio nome-cognome-email all’indirizzo corsi26per1@gmail.com

E’ previsto un tetto massimo di partecipanti (20 posti). Affrettati!





25 aprile: Pranzo Resistente con M’ama Food

16 04 2013

pranzo resistente m'ama food

Qualche anno fa, 26per1 ha deciso di celebrare il 25 aprile con un Pranzo Resistente: lunghe tavolate, un buon pranzo, una bottiglia di vino ci sono sembrati un ottimo modo per festeggiare a dovere quella che per noi è la festa più bella dell’anno. Quest’anno ripetiamo l’esperimento insieme a M’ama Food, un catering nato dall’esperienza della Cooperativa Farsi Prossimo che lavora insieme a donne rifugiate e richiedenti asilo (a questo proposito: siete caldamente invitati anche alla proiezione gratuita del documentario Altra Europa, il 24 aprile alle 21.15 al circolo Acli di via Pozzi).

Il pranzo si terrà all’Oratorio San Luigi, proprio il 25 aprile alle 12.30.

E’ NECESSARIA LA PRENOTAZIONE SCRIVENDO ALLA MAIL ASSOCIAZIONE26PER1@GMAIL.COM OPPURE TELEFONANDO AL NUMERO 333 2169750.

Ecco il menù:

ANTIPASTI
Falafel con crema di melanzane dalla Palestina
Humus di ceci con crostini dalla Libia
Bruschettina di Napoli

PIATTI UNICI
Riso ZenAida dal Senegal
Cous Cous vegetariano dal Marocco

DOLCETTI
Pakistan, Italia e Grecia

Il costo è di 20 euro a persona, comprensivo di vino e acqua. In arrivo anche una quota scontata per i bambini sotto i 12 anni.

M’ama Food è un progetto che mira all’inserimento sociolavorativo di donne e uomini rifugiati e/o richiedenti asilo politico accolti in alcune strutture di Milano, attraverso il recupero di una propria storia professionale. Una storia che riaffiora attraverso i piatti tipici dei paesi di provenienza di queste persone, in fuga dal loro passato. Dunque, sappiate che partecipando al nostro Pranzo Resistente, oltre all’ottimo cibo, al buon vino, alla compagnia, alla festa e a sostenere 26per1, darete un grande contributo anche a M’ama Food e alle persone che ci lavorano.

Vi aspettiamo, dunque, numerosissimi all’Oratorio San Luigi, in via Miani a Busto Arsizio, giovedì 25 aprile alle ore 12. 30. Ricordiamo che è necessaria la prenotazione, scrivendo ad associazione26per1@gmail.com oppure telefonando al 333 2169750.

Passate parola!

E, come sempre, buona Resistenza.





ci hanno fatto la festa, facciamo festa

7 09 2012
paesaggisonori2012 - 6 settembre

foto di Elisa Licciano

La fine del mondo è iniziata, ed è una bomba.

Forse l’avete già saputo: nella notte tra mercoledì e giovedì qualcuno ci ha rubato il nostro impianto audio, il proiettore, il microonde della nonna, 60 litri di vino, 30 litri di olio per friggere, 10 chili di pasta, 10 confezioni di maionese e il prezzemolo fresco. Senza dimenticare le magliette del festival.

Poco importa: il programma è confermato, anzi, PaesaggiSonori2012 è iniziato addirittura in anticipo e con ancora più eventi. E la prima serata è stata già un successo, grazie all’entusiasmo di volontari, pubblico e gruppi (qua sotto lo struggente addio a Busto Arsizio degli imprescindibili Camillas).

Hanno provato a farci la festa, e noi rispondiamo facendo festa. VENITE ANCHE VOI A FARE FESTA CON NOI. CHE FESTA!!!

Qui il programma, qui le indicazioni. Vi aspettiamo in massa. BELLO, FAI GIRARE!!!1!!1!!!!!

L’Associazione 26per1 e Frohike ringraziano le associazioni e le istituzioni che ci hanno portato la loro solidarietà e che ci hanno aiutato, in ogni modo, a realizzare comunque la quarta edizione di PaesaggiSonori.





Paesaggi Sonori 2011: domenica 18 settembre

14 09 2011

E dopo avervi “istruiti” sul programma del sabato e del venerdì, eccoci alla domenica. L’ultimo giorno di Paesaggi Sonori e, per salutarci come si deve, il più ricco di attività collaterali. Un po’ il nostro family day, nel senso che ci potete portare anche mamme, papà, fratellini, cuginetti, fidanzati, amanti, fratelli, sorelle, nonni. L’unico non ammesso è Giovanardi.

Giusto perchè noi ci si preoccupa veramente delle famiglie, domenica 18 settembre si apre prima, alle 16, e si fa una bella merenda pane&nutella, mentre ve la girovagate nell’Area Distro, alla scoperta delle migliori etichette musicali indipendenti e degli stand di artigianato e autoproduzione. Nel frattempo, il vignettista Rouge – sì, proprio quello dei vermi – ci delizierà con uno spettacolo di live painting e presenterà i suoi due libri di fumetti: I vermi, la guerra e i diritti umani e Io “disegno di legge”.

Subito dopo, attorno alle 17.30, 26per1 presenta l’ebook Per Genova, dieci anni dopo, frutto di una raccolta di racconti lanciata da questo sito e pubblicato giusto giusto questa settimana. Potete scaricare gratuitamente l’ebook qui. Per presentare il libro al meglio, leggeremo alcuni dei testi, accompagnati da suoni e musica. Sì, insomma, un reading.

Proprio come quello che alle 18 ci offrirà Simone Rossi, che ci porta praticamente in anteprima il suo nuovo libro autoprodotto Croccantissima, letto dalla voce dell’Elena e musicato dalla chitarra e dal contrabbasso di Simone stesso e di Bicio. Se volete saperne di più, fate un giro sul sito di Simone Rossi, che si è già autoprodotto con grande successo il libro Sbriciolu(na)glio. Se vi piglia bene e volete che Simone vi porti anche una copia del libro, scrivetegli a silkeyfoot@gmail.com .

Mentre vi gustate i reading, è il momento dell’aperitivo spritz violento, che vi farà vedere arancione un attimo prima di cena. E poi, alle 20, partiamo con i concerti. La domenica suoneranno:

THE CYBORGS
Da Roma.
Codice binario blues. “0” e “1”, questi i loro veri nomi, ci preparano all’autodistruzione imminente. Per chi non ballerà, non ci sarà futuro. Questo è certo.

BOB CORN
Da Modena.
Tizio, la sua chitarrina e il piede a scandire il tempo. Essenza stessa della dolcezza e della tranquillità. Arcinoto in Italia e in Europa, da noi attesissimo.

HARD CORE TAMBURO
Da Pordenone
6 percussionisti e la sintesi elettronica. Società industriale meets attitudine punk meets atmosfere talvolta kraftwerkiane. Progetto costola dei Sick Tamburo, canzoni del rumore.

L’ORSO
Da MilanoIvrea.
Delicatissimo lo-fi pop, venato di folklore. Gli Orsi si mettono lì e suonano tranquilli. Scrivono di loro: “Il senso giusto del fare le cose.”. Siamo d’accordo.

SOVIET MALPENSA
Local idols.
Piani quinquennali new-wave. Con quelle ventate lisergiche shoegaze di chitarre distorte. Lo-fi dentro e fuori.

Come contorno, sempre i visual analogici di Mangrovia, la cucina aperta con cibarie&bevande per tutti i gusti, l’Area Distro con stand e bancarelle, e le proiezioni del Dr Phibes, che domenica 18 ci propone chicche e rarità con la videoinstallazione “Coming soon. Trailers di film poco (o mai) visti”.

Davvero, cosa volete di più? Okay, ascoltatevi anche la playlist di domenica 18 settembre e poi correte a Paesaggi Sonori. L’ingresso costa sempre 5 euro dopo le 21 ed è sempre gratis prima delle 21. Sì, anche domenica, anche se cominciamo alle 16, anche se i concerti iniziano alle 20. I soci dell’associazione 26per1 entrano sempre gratis, qualsiasi ora, qualsiasi giorno. Non sei socio e vuoi diventarlo? Clicca qui.

Paesaggi Sonori 2011 è l’unico festival di musica violenta, autoproduzione e chitarrini dell’amore della spumeggiante e splendente provincia di Varese. Si terrà dal 16 al 18 settembre a Cardano al Campo (Varese), all’Area Feste di via Carreggia (per le indicazioni stradali clicca qui).

Paesaggi Sonori 2011 è un evento organizzato dall’associazione 26per1 in collaborazione con Frohike e con il patrocinio del Comune di Cardano al Campo. Durante il festival si beve Birra Castello.

Il programma completo del Festival è qui. Per info: associazione26per1@gmail.com.





Paesaggi Sonori 2011: sabato 17 settembre

10 09 2011

Dopo avervi giustamente istruiti sulle band del venerdì, acciocchè possiate arrivare preparati sotto il palco di Paesaggi Sonori 2011, 26per1 passa ora ad illustrarvi il menù del sabato. Ci saranno:

ZEUS!
Da Imola.
Megapazzo duo basso-batteria psychfreegrindjazzcore. ‘N’ROLL. In una parola: LEGNA.
People from Calibro35 e Il Genio.

LAST MINUTE TO JAFFNA
Da Torino.
Post-hardcore con quel velo di neofolk apocalittico che ci piace tanto. E poi quella voce così calda e profonda. Matrice Neurosis e classe mista a badilate alla nuca.

BEMYDELAY
Da Bologna.
One girl guitar band. Marcella suona le corde della sua chitarra e quelle della sua voce. Loopa, drona, risuona ed emoziona. Cosmic blues.

ORBE
Da Arona.
Prendere tutte le forme di quel post-qualcosa per cercare di portarle al gradino strumentale successivo. Disco nuovo (bello) in arrivo. Un assaggio a Paesaggi Sonori.

DOWNHEAD
Local idols.
Diversi orizzonti musicali e frontiere di genere che si mischiano continuamente. Tra post-rock, metal e ballatone Deftones-style.

Come antipasto, dalle 19, presentazione e reading del libro Milano Horror del mitico e insuperabile Paolo Gamerro, Chinaski Editore.

Subito dopo, la prima esclusiva presentazione di una nuova etichetta discografica tutta locale: Viva!Records. Il primo progetto della neonata label è la realizzazione di una compilation con brani dei migliori gruppi emergenti del territorio. In Area Distro, per tutta la serata, sarà presente uno stand dove poter lasciare materiale audio promozionale della propria band, così che i responsabili dell’etichetta possano selezionare i pezzi per la compilation. Gruppi locali, fatevi avanti!

Tra una portata e l’altra, Frohike vi allieta con i suoi cambi palco, per non lasciarvi mai soli: presentazioni, anteprime, liveset e proiezione di AUGE, video di animazione di Caith Sith con colonna sonora originale dei Viscera/// by FROHIKE. Nemmeno il Dr Phibes e Mangrovia vi abbandonano: il primo vi tiene compagnia con la videoinstallazione “Animation, now. Viaggio di sola andata nel cinema d’animazione”, la seconda prosegue con i suoi visual analogici.

E poi, naturalmente, cucina sempre aperta con vettovaglie per tutti i gusti e vino, birra Castello e beveraggi vari. Tra gli alberi dell’Area Feste di Cardano al Campo, anche una ricca Area Distro, con stand e bancarelle di etichette indipendenti, artigianato, autoproduzione.

Come sempre, prima di chiudere, il dessert: spaghettata & film di mezzanotte, sempre a cura del Dr Phibes. Sabato 17 l’appuntamento è tutto speciale con il Cineforum Clandestino. Film a sorpresa proiettato come non ti aspetti.

Non siete ancora convinti? (Ma che, davero?) Ascoltatevi la playlist per un assaggio di sabato 17 settembre a Paesaggi Sonori. Noi vi aspettiamo a braccia aperte: i cancelli aprono alle 19, i concerti iniziano alle 20.

Paesaggi Sonori 2011 è l’unico festival di musica violenta, autoproduzione e chitarrini dell’amore della spumeggiante e splendente provincia di Varese. Si terrà dal 16 al 18 settembre a Cardano al Campo (Varese), all’Area Feste di via Carreggia (per le indicazioni stradali clicca qui). L’ingresso costa 5 euro al giorno dopo le 21. Prima delle 21 si entra gratis. I soci di 26per1 entrano sempre gratis, a qualsiasi ora, qualsiasi giorno. Non sei socio e vuoi diventarlo? Clicca qui.

Paesaggi Sonori 2011 è un evento organizzato dall’associazione 26per1 in collaborazione con Frohike e con il patrocinio del Comune di Cardano al Campo. Durante il festival si beve Birra Castello.

Per info: associazione26per1@gmail.com.





The Yes Men Fix the World – 14 luglio nel cortile di Migrando

8 07 2011

Ultimo appuntamento per le serate estive di 26per1 e Corteincircuito ospitate il giovedì sera nel cortile di Migrando la Bottega. Il 14 luglio, 26per1 vi presenta un film molto particolare, “una commedia degli equivoci accaduta per davvero”.

The Yes Men Fix the World, di Andy Bichlbaum e Mike Bonanno, ci racconta un modo inedito di fare attivismo politico ed economico: gli Yes Men sono militanti che combattono le multinazionali dall’interno, utilizzando gli stessi media che le grandi corporation controllano per costruirsi un’immagine rispettabile. Gli Yes Men si travestono dai propri nemici (alti funzionari, manager di grandi aziende) e, in questo modo, li smascherano davanti all’opinione pubblica, strappando il velo delle ipocrisie ed esponendoli all’indignazione. E centrano l’obiettivo, perchè, come leggiamo su Personal Report, “alle multinazionali le critiche da salotto non fanno paura perchè 1) non toccano effettivavente i loro soldi, 2) nè la loro immagine perchè 3) difficilmente smuovono l’opinione pubblica di massa 4) non essendo “televisivamente” spettacolari. Gli Yes Men hanno creato una formula che funziona perchè scardina questi quattro punti e ci aggiunge il divertimento, provocando l’indignazione del pubblico in sala più del supponente Michael Moore e dell’arrogante Borat, come dice Ken Edelstein del Mother Nature Network.”

26per1 vi invita dunque a gustarvi questo divertente documentario/commedia il 14 luglio alle ore 21.30 nel cortile di Migrando la Bottega, in via Pozzi 3 a Busto Arsizio (Va). E non ci sarà solo il film, ma anche i giochi di Molleindustria, un collettivo di creativi che crea semplici videogame in Flash per fare critica attiva e intelligente ai meccanismi surreali del nostro sistema capitalista e globalizzato. Potrete provare di persona i videogiochi di Molleindustria, e intanto sorseggiare l’ottima birra artigianale Orso Verde e rifocillarvi con bruschette vegetariane e non. Tutto, naturalmente, a ingresso gratuito!

26per1 vi aspetta tutti, quindi, il 14 luglio alle ore 21.30 nel cortile di Migrando, in via Pozzi 3 a Busto Arsizio (Va). Ingresso libero e gratuito.

Per aggiustare il mondo.





I dannati del mare – 23 giugno nel cortile di Migrando

16 06 2011

Quest’estate 26per1 riempie i vostri giovedì sera con un ciclo di quattro iniziative, inserite nel programma di Corte in Circuito 2011. Quattro appuntamenti nel cortile di Migrando la Bottega, in via Pozzi 3 a Busto Arsizio, tutti rigorosamente a ingresso gratuito. Documentari, reading, attualità, e molto altro, il tutto annaffiato dalla prestigiosa e buonissima birra Orso Verde: durante ogni serata sarà possibile degustare una differente qualità della pluripremiata birra artigianale di Busto Arsizio.

Si comincia giovedì 23 giugno, alle ore 21, con la proiezione del documentario I dannati del mare, del regista marocchino Rhalib Jawad. La serata è organizzata in collaborazione con la Mediateca delle Terre e con CAST – Centro per un Appropriato Sviluppo Tecnologico. I dannati del mare ci porta ad Essaouira, una piccola città marocchina sulla costa Atlantica. Una volta era il primo porto al mondo per la pesca delle sardine, ma oggi il pesce ha abbandonato le sue acque. Migliaia di piccoli pescatori marocchini di Essaouira, Safi e Agadir si sono trasferiti a sud fino a Dakhla, nel Sahara, con la speranza di trovare pesce. A quel punto inizia una battaglia infernale, i pescatori disperati, contro i pescherecci a strascico stranieri che li hanno privati dei loro mezzi di sussistenza, dragando le acque con enormi reti in grado di distruggere interi ecosistemi. Chi si prenderà la responsabilità di questa sentenza di morte?

Il film ha vinto il premio del pubblico al Festival Vision du réel 2009, il premio come miglior documentario al Festival International du Film PanAfricain 2009  e il premio speciale Principe Ranieri III al Festival de Télévision de Monté-Carlo. Durante la serata sarà presente un banchetto tenuto dai volontari del CAST di Laveno Mombello, per informare sul progetto Wavuvi, che sostiene la pesca artigianale in una delle regioni più povere dell’Africa. E, naturalmente, la Bottega del Commercio Equo e Solidale Migrando sarà aperta fino alle ore 24.

Ti aspettiamo nel cortile di Migrando, giovedì 23 giugno, alle ore 21. L’ingresso è gratuito!