Ci hanno chiuso fuori. Ancora.

12 03 2011

E’ notizia di questi giorni: la Casa139, circolo Arci in via Ripamonti a Milano, è stata posta sotto sequestro e chiusa, in seguito ad accertamenti delle forze dell’ordine. Un altro circolo culturale, un altro spazio aperto all’incontro, alla cultura, all’aggregazione viene sottratto alla cittadinanza. La Casa139 si aggiunge ad un lungo elenco di spazi, milanesi e lombardi, che vengono forzati a chiudere, in nome di una non meglio precisata “sicurezza”, di una “quiete pubblica” richiesta da non si sa bene chi.

Prima della Casa139, ci sono stati il Plastic, l’Arci Bitte, la Cascina Monluè, il Cox 18, l’Atomic, il Black Hole, il Rolling Stone, le Scimmie, e molti altri centri culturali e ricreativi, spesso no profit. Nel quadro dei lavori per l’EXPO 2015, sta per essere smantellato il PalaSharp di Lampugnano, che, fin dai tempi in cui si chiamava ancora PalaTrussardi, ha ospitato a Milano alcuni tra i più importanti concerti nazionali e internazionali. Ogni estate, quando il caldo ci chiama per le strade e nelle piazze, diventa sempre più difficile conquistare un luogo che non sia insidiato da transenne e divieti.

L’Associazione 26per1 cerca da anni di aprire uno spazio che permetta aggregazione e cultura, in una città come Busto Arsizio, dove luoghi di questo tipo sono del tutto assenti. I nostri tentativi di dialogo con le istituzioni sono sempre scivolati nel silenzio. Non desistiamo, perchè, e quest’ultima notizia ce lo conferma, anche fuggendo a Milano potremmo trovare, a breve, lo stesso deserto culturale che viviamo ogni giorno nella nostra città.

Alla Casa139, dunque, e a tutte le altre realtà che promuovono e hanno promosso la cultura, la musica indipendente, la partecipazione attiva e collettiva, va la solidarietà e il sostengo di 26per1. Condividiamo con voi la fatica e l’impegno di lavorare per creare cultura, soprattutto in un periodo in cui è costantemente sotto attacco, privata di fondi, svalutata nei contenuti. Un impegno e una fatica che sono, più che mai, necessari.

Sabato 19 marzo, alle ore 15.00, ci sarà un presidio creativo, intitolato “Riprendiamoci Milano”, in Piazza Fontana. Noi ci saremo, e invitiamo tutti a partecipare. Ci sarà la musica, ci sarà la gente, ci saranno tutti quelli che sono stati chiusi fuori, ancora una volta, e che, a gran voce, reclamano una casa.





IL SANGUE VERDE di Andrea Segre

31 12 2010

 

L’associazione di promozione sociale 26per1 è orgogliosa di invitarvi alla proiezione del documentario IL SANGUE VERDE di Andrea Segre.

“La voce dei braccianti africani che hanno manifestato a Rosarno contro lo sfruttamento e la discriminazione: 7 volti, 7 storie e un’unica dignità.”

Gennaio 2010, Rosarno, Calabria. Le manifestazioni di rabbia degli immigrati mettono a nudo le condizioni di degrado e ingiustizia in cui vivono quotidianamente migliaia di braccianti africani, sfruttati da un’economia fortemente influenzata dal potere mafioso della ‘Ndrangheta. Per un momento l’Italia si accorge di loro, ne ha paura, reagisce con violenza, e in poche ore Rosarno viene “sgomberata” e il problema “risolto”. Ma i volti e le storie dei protagonisti degli scontri di Rosarno dicono che non è così. Scovarle e dare loro voce è oggi forse l’unica via per restituire al Paese la propria memoria: quella di quei di giorni di violenza e quella del proprio recente quanto rimosso passato di miseria rurale.

Il sangue verde ha vinto il premio del pubblico alla prima edizione del The village doc festival, selezionato e infine classificato al secondo posto nella quarta edizione del Mediterraneo Film Festival, menzione speciale al Tutti nello stesso piatto: Festival Internazionale di Cinema, Cibo e Videodiversità, premio miglior montaggio nella 17a edizione del Premio Libero Bizzarri, menzione d’onore al Festival dei Diritti Umani di Napoli, vincitore del premio selezione Cinema.Doc alle Giornate degli Autori – 67 Mostra del Cinema di Venezia, infine selezionato al XXX Festival di Cinema Africano di Verona e al Festival Cinema &/è Lavoro di Terni.

 

Per maggiori info sul documentario: http://ilsangueverde.blogspot.com/

 

La proiezione, ingresso con SOTTOSCRIZIONE LIBERA, si svolgerà
MERCOLEDì 19 GENNAIO 2011
dalle ore 21.15
presso CIRCOLO ACLI
via Pozzi 7 – Busto Arsizio (VA)

Evento su Facebook: LINK, sai meglio di noi come spammare e darci una mano a fare promozione. Noi intanto ti ringraziamo per l’aiuto.

Dillo in giro, dillo ai tuoi amici, al tuo partner, ai tuoi genitori. Venite tutti insieme, noi vi aspettiamo, il 2011 di 26per1 inizia così.