I WONDER – Nuovo cinema sonoro

25 05 2014

Non riuscivamo più a stare solo tra la polvere e il sudore della costruzione del Circolo Gagarin, avevamo voglia di meravigliarci con voi vedendo cose splendide.

Così, per l’estate che arriva, insieme alla Cooperativa Elaborando, ci aspettano quattro appuntamenti cinematografici che raccontano la storia di quattro musicisti che hanno cambiato la storia della musica, e forse anche quella mondiale.

A partire da mercoledì 4 Giugno, alle ore 21.15, nel cortile di Elaborando in via Pozzi 3 (ex Migrandola Bottega) a Busto Arsizio, per quattro settimane, un’estasi visiva e musicale.

 

I_wonder(1)

 

 

4 Giugno 2014, ore 21.15 CONTROL – di Anton Corbijn (UK/USA, 2007)

La vita e la musica di Ian Curtis dei Joy Division, tra il lavoro normale, la musica e l’amore. Un affresco degli ultimi anni 70 e della enorme sensibilità del protagonista, fino alla distruzione. Il film è stato presentato nel 2007 al Festival di Cannes.

“Let’s take a ride out, see what we can find, A valueless collection of hopes and past desires […] Now that I’ve realized how it’s all gone wrong, Gotta find some therapy, this treatment takes too long.”

(Ian Curtis)

11 Giugno 2014, ore 21.15 JOE STRUMMER – IL FUTURO NON E’ SCRITTO – di Julien Temple (IRE/UK, 2007) – versione originale con sottotitoli in italiano

Un documentario, un omaggio a pugno chiuso, per Joe Strummer, cantante dei Clash. Sulla persona, sulla sua umanità e sul cambiamento che ha portato alla musica e alla società. Lo raccontano amici e musicisti davanti ad un falò, come il vecchio Joe era solito fare.


“Every night I wonder why you treat me cold but I can’t let you go. Every little hurt counts.”

(Joe Strummer)

 

18 Giugno 2014, ore 21.15 WALK THE LINE – QUANDO L’AMORE BRUCIA L’ANIMA – di James Mangold (USA, 2005)

Uno straordinario Joaqin Phoenix interpreta Johnny Cash e ne seguiamo la sua vita. Tra il successo, ricadute, droghe, abiti neri e canzoni memorabili.

“I can’t help but wonder where I’m bound.”

(Johnny Cash)

 

25 Giugno 2014, ore 21.15 SEARCHING FOR SUGAR MAN – di Malik Bendjelloul (SWE/UK, 2012) – versione originale con sottotitoli in italiano

Un documentario con l’incredibile storia di Sixto Rodriguez, folk singer americano “più celebre di Elvis” in Sud America e sconosciuto nel suo paese. Da un gruppo di fan che si mette alla sua ricerca per dare riscontri sulla diffusione della notizia della sua morte ripercorrendo la sua storia. Vincitore del Oscar 2013 come miglior documentario.

“I wonder about the loneliness that’s mine.”

(Sixto Rodriguez)

Dal 4 Giugno, ogni mercoledì sera, nel cortile di Migrando in via Pozzi 3 a Busto Arsizio, ci accompagneranno le immagini e la musica dei musicisti che hanno cambiato il mondo.

Ingresso gratuito

Perché Gagarin ha bisogno di meravigliarsi con voi!





MediaLab – Scrivere con le immagini

7 01 2014

myuncle5big

Come si realizza una cronaca filmata per il web? Come si progetta un corto cinematografico di finzione? Come si struttura un documentario? E ancora: Quanto costa girare un filmato di qualità? Qual è la strumentazione tecnica necessaria? Come si monta un videoclip?

26per1 in collaborazione con l’Università del Quadrifoglio propone un laboratorio per imparare a scrivere con le immagini ossia utilizzare il linguaggio audiovisivo per raccontare storie vere o di pura fiction.
Il corso avrà forma laboratoriale: i partecipanti lavoreranno su progetti propri utilizzando la forma di racconto audiovisivo prediletta e avranno il sostegno individuale del docente.

QUANDO
10 lezioni, dal 4 Febbraio 2014, ogni Martedì, dalle 21 alle 23

DOVE
presso la Sede del Quadrifoglio, via Lodi 20, Busto Arsizio – Zona Borsano

CHI
il laboratorio è condotto da Gilberto Squizzato, giornalista e regista

ISCRIZIONE
per iscriversi è sufficiente inviare una mail a corsi26per1@gmail.com, indicando nome, cognome e un indirizzo email valido.

COSTO
Il corso costa 55€ ed è riservato ai soci Arci 2014.
Chi al momento dell’iscrizione risulterà già socio Arci – 26per1 avrà uno sconto sul costo del corso di 5€.
Cosa aspetti? Corri a tesserarti! Scopri qui come diventare socio e approfittare dello sconto, altrimenti potrai tesserarti (al costo di 10€) insieme alla domanda di iscrizione al corso, non approfittando dello sconto.

Numero Max Iscritti: 30

Per informazioni scrivi a associazione26per1@gmail.com.





E’ stato bello

11 09 2013

…ed è durato troppo poco.

Comunque grazie.

(un po’ di foto qui, quo e qua.)

bozza_4





I generi cinematografici. Storia e Analisi – Il nuovo Corso di Cinema di 26per1

12 04 2013

rob1
6 incontri
serali dal 9 Maggio al 13 Giugno presso la sede ANPI di Busto Arsizio in via Ferrer 47.

Due anni fa abbiamo attraversato la storia del cinema, l’anno scorso ci siamo seduti ad analizzare il linguaggio cinematografico, da bravi spettatori consapevoli. Quest’anno adottiamo una prospettiva diversa, quella dei generi cinematografici.

Che cosa sono i generi cinematografici? Come funzionano? Da dove nascono e perchè? Come sono cambiati nel corso di oltre cent’anni di storia del cinema? Queste sono solo alcune delle domande a cui il corso offrirà delle risposte attraverso la visione e il commento di decine di sequenze tratte dai film più celebri della storia del cinema, dalle sue origini ad oggi.
Ogni appuntamento sarà dedicato all’approfondimento di un singolo genere cinematografico di cui si metteranno in luce gli aspetti narrativi, linguistici e tematici, i suoi autori e i suoi grandi capolavori. E naturalmente vedremo almeno 10 seguenze di grandi film attraverso cui raccontare la storia dei singoli generi.

Per iscriversi è sufficiente inviare una mail a corsi26per1@gmail.com, indicando nome, cognome e un indirizzo email valido.

Il programma delle lezioni è il seguente:

Giovedì 9 maggio – I GENERI CINEMATOGRAFICI: UN’INTRODUZIONE
Giovedì 16 maggio – FANTASCIENZA
Giovedì 23 maggio – COMMEDIA
Giovedì 30 maggio – WESTERN
Giovedì 6 giugno – HORROR
Giovedì 13 giugno – MUSICAL

Tutti gli incontri si svolgeranno presso la Sede Anpi, in via Ferrer 47 a Busto Arsizio (Va) dalle 21.

Il corso si rivolge ai Soci 2013 di 26per1 e costa 40 euro.
Coloro che non sono ancora soci potranno diventarlo pagando in totale 50 euro e ricevendo la tessera 2013 dell’associazione.

Il numero minimo di partecipanti è di 20 persone, il numero massimo di 50.

Il corso sarà tenuto da Roberto Della Torre responsabile dell’Archivio Storico del Film della Cineteca Italiana di Milano e docente di Storia del cinema italiano all’università Cattolica di Milano.

Da quest’anno, una novità! Inauguriamo la nostra collaborazione con l’associazione Mystic River che il venerdi sera seguente ad ogni lezione del corso, proietterà e commenterà un capolavoro della storia del cinema inerente al genere appena analizzato.
Le proiezioni sono riservate ai soci Mystic River: ovviamente, sarà possibile per chiunque associarsi a Mystic River (al costo di 5 euro) durante la prima lezione del corso o durante le proiezioni.

Dunque, correte ad iscrivervi a corsi26per1@gmail.com e spargete la voce! Vi aspettiamo alla sede Anpi a partire da giovedì 9 maggio!





Altra Europa e Nuove Resistenze

5 04 2013

Come ogni anno, in occasione della Festa della Liberazione, 26per1 ha una proposta per chi mentre festeggia non dimentica.

                Mercoledì 24 Aprile h. 21.15

ALTRA EUROPA

(un film documentario di Rossella Schillaci, 2011.)

presso il Circolo Acli di Via Pozzi 7,

a Busto Arsizio

Entrata con sottoscrizione libera

abbiamo scelto un documentario d’eccezione, dedicato a quella che ci sentiamo di definire una nuova resistenza: il dramma dei rifugiati politici e dei richiedenti asilo il cui futuro in Italia è quanto mai indefinibile, imbrigliato di regole obsolete e vuoti assistenziali.

Immagine

ALTRA EUROPA, un film documentario di Rossella Schillaci, 2011.

Nel novembre del 2008 circa 300 rifugiati somali e sudanesi occupano una vecchia clinica abbandonata in uno storico quartiere operaio di Torino. La clinica è per loro l’unico rifugio, nonostante l’allacciamento all’energia elettrica sia precario e pericoloso e l’acqua corrente ci sia solo in quelle che erano le vecchie cucine della clinica, una per piano, una per circa 80 persone. Ma i rifugiati sono ben intenzionati a costruirsi qui un’alternativa, impegnandosi in corsi di avviamento al lavoro e nello studio della lingua italiana. Ed è proprio la loro determinazione ad animare gli squallidi e gelidi interni della clinica. Khaled, Shukry e Alì, come i loro compagni, hanno viaggiato tra mille difficoltà pur di arrivare fin qui, in Europa, per conquistarsi una vita migliore. Le loro speranze si scontrano con una condizione di vita “sospesa” in attesa di una soluzione che non arriva. Vorrebbero raggiungere un'”altra Europa” ma sono bloccati qui per via della legislazione europea (il regolamento Dublino II) che li obbliga a risiedere nel primo paese in cui arrivano e dove vengono prese le loro impronte digitali.


Il film segue le loro vicende nell’arco di un anno, scandite dalla trasmissione radiofonica Titanic in lingua somala, e mostra la vita all’interno della clinica e in città, tra gli inevitabili problemi interni, le proteste della cittadinanza e le provvisorie iniziative del Comune e della Prefettura. Dal freddo inverno all’afa insopportabile d’agosto, fino allo sgombero autunnale dell’ex clinica disposto dal prefetto e la sistemazione dei rifugiati in una vecchia caserma riattata per l’occasione, l’ennesima soluzione temporanea. Ma il loro viaggio non è ancora finito e la loro nuova vita ancora tutta da inventare… Tre personaggi emblematici ci guidano in un racconto che ci rivela da vicino, con sguardo intimo e partecipe, il loro punto di vista sull’Italia e sull’Europa. Una storia collettiva tra sogni e delusioni, con il costante desiderio di fuggire da questi Stati incapaci di accoglierli nella ricerca continua di un’altra Europa in grado di offrirgli una possibilità di vita dignitosa. (Sinossi tratta da Azulfilm).

Per info: http://www.azulfilm.com

Per acquistare il dvd di ALTRA EUROPA: http://www.cinemaitaliano.info/form_acquista.php?id=00009

 





“L’inferno” (Milano Films, 1911) – proiezione e sonorizzazione dei Satan is My Brother

28 02 2013

Questo fine settimana, per la precisione venerdì 1 Marzo, 26PER1, gli amici di Frohike e Associazione Culturale Red Box vi invitano ad uno di quegli eventi che sarebbe un peccato perdersi.

Stiamo parlando della sonorizzazione deL’inferno (Milano Films, 1911, di Giuseppe De Liguoro e Adolfo Padovani) da parte dei Satan is My Brother.

La band di Milano sotto Boring Machines darà colonna sonora live ad uno dei primi lungometraggi muti degli albori del cinema italiano. I gironi danteschi si intrecceranno quindi al tappeto audio dei Satan Is My Brother, a cavallo tra jazz sperimentale, psichedelia, post-rock, noise ed elettronica d’avanguardia.

Tutto questo nella bella cornice che offre la sala di ripresa de La Sauna Recording Studio di Varano Borghi (VA), sulle sponde del Lago di Comabbio.

Attenzione però: per esigenze legate allo spazio che ci ospita, l’ingresso all’evento sarà possibile solo dando il proprio nome e cognome via email all’indirizzo piovegrandine@gmail.com. Iscrivetevi quindi, il posto è piccolo.

inferno

Ricapitoliamo:

Venerdì 1 Marzo 2013 – h. 22.30

Satan is My Brother sonorizzano “L’Inferno” (Milano Films, 1911)

presso La Sauna Recording Studio, Varano Borghi (VA)

– ingresso solo su prenotazione –

– sottoscrizione a 5,00 euro – 

WEB
www.satanismybrother.blogspot.com

FACEBOOK
https://www.facebook.com/pages/Satan-is-my-brother/120470154669473

MUSIC
http://soundcloud.com/satanismybrother

TRAILER “L’INFERNO”
http://www.youtube.com/watch?v=PhTGgkg2T4E

LIVE VIDEO “L’INFERNO”
http://www.youtube.com/watch?v=aYuJf5DUrZc&feature=related

INDICAZIONI

La Sauna Recording Studio è in Via dei Martiri 2 a Varano Borghi (VA).

Arrivare da Milano è semplice: prendete l’autostrada A8 in direzione Varese. Dopo l’uscita per Gallarate, tenete la sinistra e proseguite sulla E62 (Genova/Gravellona). Prendete l’uscita Sesto Calende/Vergiate. Seguite le indicazioni per Laveno/Luino e per la SS629 (occhio agli autovelox!). Girate a destra in via San Rocco in direzione Ternate/Varano Borghi/Lago di Comabbio. Arrivate fino allo stop e girate a sinistra sulla SP18. Proseguite dritto e dopo circa 2,5 km la statale diventa via dei Martiri.

!!! IMPORTANTE !!!
NON PARCHEGGIATE LUNGO LA STRADA PROVINCIALE. MULTA SICURA.

Potete invece lasciare la macchina:
– nel parcheggio vicino al ponte della ferrovia, in direzione Varano
– nel parcheggio a 200 metri dallo studio sulla sinistra in direzione Corgeno/Vergiate
– nel parcheggio dal Camping “La Madunina”, sempre in direzione Corgeno/Vergiate, sulla destra a 300 metri dallo studio
– nelle stradine sulla collina sopra lo studio.





#Filosoparty @26per1 – dance! dance! dance!

6 02 2013

No, non siamo impazziti, sappiamo ancora il fatto nostro.

Quest’anno anche 26per1 partecipa a FilosofArti, lo storico festival filosofico gallaratese di cui a breve troverete il programma qui. Il tema 2013 indaga l’identità e l’alterità in ogni sua sfumatura e a noialtri è frullata in testa una cosa niente male che ha bisogno di tutti voi. Perché? Adesso ve lo diciamo ma andiamo con ordine.

Candy-Pantene

Il festival comincia venerdì primo marzo al Teatro delle Arti di Gallarate con la proiezione mattutina di Quasi Amici (di O. Nakache e E. Toledano) e si conclude lunedì 11 con una lezione magistrale di Massimo Cacciari.

26per1 entra in gioco Sabato 9 marzo alle 21h00 con una festa al Museum Café di via Galvani 2 a Busto Arsizio. Un filosoparty che di filosofico ha l’intervento di una scrittrice a di una giovane autrice di fan fiction:

Con Eleonora C. Caruso (Comunque vada non importa, Indiana Editore) e Francesca Vignola (Scuola Holden) faremo due chiacchiere sull’identità in rete, sulle modalità di interazione tra pubblico e autore. Vedremo cosa accade quando la passione per una storia diviene talmente forte da volerne fare parte, riscriverla, cambiarla, fare come se.

Ma non è finita qui. Perché se è una festa ci deve essere la musica. E se la festa in questione è un social party la musica la sceglie direttamente chi viene a ballare. Cosa dovete fare dunque?

1.Aprire un account twitter;

2.Seguire @26per1;

3.Dirci in 140 caratteri che brano volete che @26per1 metta a #filosoparty.

Non dimenticate l’hashtag (#filosoparty) sennò non vi troviamo più e se siete persone precise metteteci anche una bella menzione (@26per1) così non si scappa.

4.Venire a Filosoparty, sabato 9 marzo dalle 21h00 e dance! dance! dance!