Paesaggi Sonori 2014: tutti i fantascientifici dettagli

1 09 2014

La sesta edizione del festival Paesaggi Sonori sarà una figata galattica: musica indipendente, proiezioni cinematografiche, presentazioni e tavole rotonde letterarie, live painting, workshop di serigrafia, stand espositivi e naturalmente una poliedrica cucina sempre aperta per dare sostentamento a tutti gli esploratori dell’universo. Mentre l’associazione 26per1 continua la conquista di uno spazio polifunzionale a Busto Arsizio – il circolo Arci Gagarin che aprirà i battenti quanto prima – non rinuncia al suo festival annuale, appuntamento ormai irrinunciabile per salutare la fine dell’estate. Esattamente come l’apertura del circolo Gagarin, anche Paesaggi Sonori è un evento totalmente autofinanziato; come l’anno scorso, 26per1 propone un’edizione “low cost”, ridotta a due giorni (venerdì 5 dalle 19.30 e sabato 6 settembre dalle 18.30), ma non per questo meno ricca di stimoli, allegria e creatività. E nonostante lo sforzo (economico, ma non solo), anche l’edizione 2014 sarà a ingresso totalmente libero e gratuito. LA FORZA È CON NOI (E CON VOI).

Un po’ di informazioni, per arrivare preparati:

MUSICA!

Indipendente, innovativa, di qualità. Locale, ma non solo. Venerdì 5 settembre il menù musicale di Paesaggi Sonori prevede il rock’n’roll dei Nova Cain, il blues’n’roll dei Black Bear, il rock’n’noise dei Lucertulas. Perché nelle profondità dello spazio c’è vita e si balla, e non solo il sabato sera.

Sabato 6 settembre si viaggia spaziotemporalmente (e quadrimensionalmente) con le chitarre siderali di Maurizio Abate, la world music psichedelica degli Al Doum & The Fardys, le sperimentazioni psych rock dei livornesi Appaloosa.

LETTERATURA!

Per arrivare laddove nessuno è mai giunto prima, è necessario un buon libro. O cento. La scrittrice bustocca Carolina Crespi ci dà qualche idea: venerdì 5 sette

m

bre, per esempio, presenta insieme all’autore Raffaele Riba il romanzo Un giorno per disfare, pubblicato da 66th and Second. Una storia che inizia a Disneyland Paris, con un Pluto di peluche che si dà fuoco.

Sabato 6 settembre, invece, parliamo di come si inizia un’avventura letteraria. Attorno a un tavolo, i ragazzi di Casa Sirio Editore, neonata esperienza editoriale torinese, e Pier Franco Brandimarte, che ha recentemente vinto il Premio Calvino 2014 e sta lavorando a un nuovo romanzo. A moderare, sempre Carolina Crespi.

 

CINEMA!

Nello spazio nessuno può sentirti urlare. Tra gli alberi dell’Area Feste di Cardano al Campo, invece, sì, in particolar modo se, venerdì 5 settembre, ci si (ri)guarda Alien, capolavoro sci-fi targato Ridley Scott. Il film di mezzanotte, con spaghettata annessa, sarà introdotto da Alice Cucchetti, redattrice dello storico settimanale Film Tv. Antipasto, come ogni anno, i film mu(ta)ti: proiezioni mute, durante i concerti, di 2019 – Dopo la caduta di New York di Sergio Martino e di Star Crash – Scontri stellari oltre la terza dimensione di Luigi Cozzi (che, per inciso, è originario di Busto Arsizio).

Sabato 6 settembre, si torna sulla terra, e gli alieni sono mostri giganti che sbucano da una misteriosa fenditura nel mezzo dell’oceano: per contrastarli, ci vogliono logicamente dei robottoni giganti. Pacific Rim di Guillermo Del Toro ha realizzato il sogno di ogni bimbo mostrando in live action gli scontri mostri-robot dei cartoni animati giapponesi. A introdurcelo, due ospiti d’eccezione, Stanlio Kubrick e Quantum Tarantino del prestigiosissimo sito di cinema da combattimento I 400 Calci. Film mu(ta)ti, durante i concerti: Terrore nello spazio di Mario Bava e Starship Trooper di Paul Verhoeven.

 

ARTE!

Nel corso di entrambe le serate, mentre si suona, si beve, si mangia, si balla e si guarda, Lara Orrico, Thelma Scott e altri giovani artisti ci allieteranno con sessioni di live painting. Mentre coste-nine ci proporrà workshop di serigrafia.

 

FOOD & DRINK!

Spazio, ultima frontiera, ma a pancia piena. La cucina, sempre aperta durante tutto il festival, ne ha per tutti: cannibali, vegani, vegetariani, marziani, venusiani, tralfamadoriani. Inoltre, sabato 6 settembre dalle 18.30 aperitivo buono, bio e a km 0 in collaborazione con Slow Food Varese e con il sottofondo musicale live di Elle O Nory.

 

RIASSUMENDO!

Venerdì 5 settembre, all’Area Feste di Cardano al Campo (VA), via Carreggia.
Apertura 19.30.
Dalle 21 concerti di Nova Cain, Black Bear, Lucertulas.
Nel corso della serata: presentazione del romanzo Un giorno per disfare di Raffaele Riba, con l’autore e Carolina Crespi; proiezioni mute di 2019 – Dopo la caduta di New York e di Star Crash – Scontri stellari oltre la terza dimensione; live painting con Lara Orrico, Thelma Scott e altri artisti; workshop di serigrafia con coste-nine.
Alle 24 spaccate: film & spaghettata di mezzanotte Alien di Ridley Scott, presentato da Alice Cucchetti di Film Tv.

Sabato 6 settembre, all’Area Feste di Cardano al Campo (VA), via Carreggia.
Dalle ore 18.30 aperitivo con Slow Food Varese e accompagnamento musicale di Elle O Nory.
Dalle 20.30 concerti di Maurizio Abate, Al Doum & The Fardys, Appaloosa.
Nel corso della serata: tavola rotonda letteraria con Carolina Crespi, Casa Sirio Editore e Pier Franco Brandimarte (premio Calvino 2014); proiezioni mute di Terrore nello spazio e Starship Troopers; live painting con Lara Orrico, Thelma Scott e altri artisti; workshop di serigrafia con coste-nine.
Alle 24 spaccate: film & spaghettata di mezzanotte Pacific Rim di Guillermo Del Toro, presentato da Stanlio Kubrick e Quantum Tarantino del sito I 400 Calci.
INGRESSO SEMPRE GRATUITO.

LUNGA VITA E PROSPERITÀ. Vi aspettiamo.

 

 

 

 





Paesaggi Sonori 2014: edizione intergalattica

25 08 2014

E’ tutto molto facile, ragazzi.

5/6 settembre 2014.

Area Feste, via Carreggia, Cardano al Campo (VA).

Concerti, letteratura, cinema, arte, cibo.

Tutto il programma QUESTO.

L’evento facebook QUELLO.

Il comunicato stampa con tutte le info QUI.

Ingresso gratuito SEMPRE.

(Durante tutto il festival raccoglieremo fondi per il popolo palestinese a Gaza. Come? Così.)

locandina

 





*** ()()() *** Raccontare Storie *** ()()() ***

3 03 2014

Cos’è la scrittura creativa? Esiste una scrittura che non crei proprio un bel niente? Perché alcuni personaggi sono più vivi di altri? Esiste una differenza fondamentale tra scrivere una poesia, scrivere un racconto, scrivere un romanzo, o scrivere un film? Perché è importante trovare i propri maestri e comprendere la genealogia e l’architettura delle loro opere?

moby

RACCONTARE STORIE
un laboratorio di scrittura e liberazione
a cura di
Carolina Crespi

26per1 propone un percorso di liberazione della scrittura per tornare ad essa in un modo più consapevole e libero. La creazione del personaggio, l’interazione tra personaggi e ambiente, la costruzione della trama, il dialogo e l’indiretto libero, l’incipit e la conclusione, la prima e la terza persona, la voce dell’autore, il respiro del racconto e quello del romanzo, le storie per il cinema: questi sono solo alcuni dei temi che il laboratorio si propone di affrontare.

Dal momento che un corso di scrittura senza letteratura è a nostro avviso inconcepibile, ogni incontro – della durata di 1h45 ciascuno – avrà al suo interno una parte dedicata alla lettura attiva che prevede l’individuazione di determinate tecniche narrative e la loro applicazione in fase in di scrittura. L’approccio sarà di tipo laboratoriale e non frontale: i partecipanti saranno coinvolti nel processo di comprensione dei metodi di scrittura attraverso testi propri che verranno prodotti in sede di laboratorio e a casa. Al termine del laboratorio verrà creata un’antologia in ebook con tutti gli elaborati dei partecipanti, gratuitamente scaricabile dal sito dell’Associazione 26per1.

PROGRAMMA

1 incontro
Genealogie – La ricerca dei padri e il senso di una storia

2 incontro
Liberazione – Il ritmo delle parole

3 incontro
Personaggio – creazione azione antagonismo interazione

4 incontro
Azione – Muovere la fissità attraverso i 5 sensi

5 incontro
Parole e silenzio – Muovere la fissità attraverso il dialogo

6 incontro
Narrare – Mind the gap & Show don’t tell

7 incontro
Plot – imparare dal cinema
Plot – dimenticarsi del cinema
Cos’è la letteratura?
I consigli dei maestri

8 incontro
L’epica è morta. Viva l’epica. – Le forme ibride e la poesia
Impostazione dell’elaborato finale

9 incontro
Violenza ed eros: dire le cose che non si dicono
Editing elaborato finale

10 incontro
Incontro interamente dedicato all’editing dell’elaborato finale

INFO PRATICHE

Quando: Lunedì sera dalle 21h00 alle 23h00 a partire dal 17 Marzo;
Dove: Elaborando Coop. Soc. Via Pozzi 3 – Ex Sede Migrando La Bottega;
Quanto: euro 50 (soci arci); euro 65 (non soci arci);
Numero massimo partecipanti: 25
Materiali: i testi su cui lavorare saranno forniti dall’Associazione. I partecipanti dovranno avere con sé solo il necessario per scrivere/prendere appunti.
Pre-requisiti: nessuno. Per frequentare il corso non servono conoscenze pregresse di nessun tipo, basta una sana passione per le storie.
Iscrizioni: scrivere a corsi26per1@gmail.com

Carolina Crespi si è laureata in Filosofia presso l’Università degli Studi di Milano e ha studiato Narrazione alla Scuola Holden di Torino. Ha pubblicato due raccolte di racconti: Quello che mi rimane (Giraldi, 2008) e Il futuro è pieno di fiori (No Reply, 2012). Scrive articoli e racconti per diverse riviste web e cartacee. Collabora col settimanale Film Tv e tiene corsi di narrazione nelle scuole.





FILOSOFARTI … aperitivo temporaneo …

23 02 2014

Schermata 2014-02-22 a 17.10.25

Non ci siamo fatti sfuggire l’occasione di collaborare con FILOSOFARTI – l’ormai storico festival gallaratese in programma dall’8 al 17 Marzo 2014.  Quest’anno arte e filosofia si cimenteranno col tema dell’agorà. L’anno scorso avevamo proposto una festa dove il tema era quello dell’identità: 26per1 aveva scelto le fan fiction e la ridefinizione dell’io attraverso il web.

Quest’anno parleremo di ARCHITETTURA URBANA e RIUTILIZZO TEMPORANEO PARTECIPATO.

FILOSOFARTI
… aperitivo temporaneo …
Domenica 16 Marzo dalle ore 19.00
presso il
Camaleonte Music Bar

via Ippolito Nievo 27, Busto Arsizio (VA)

ingresso libero e gratuito

Interverranno:

Shht Magazine – è una rivista che cerca di mettere in luce gli aspetti nascosti dell’architettura contemporanea urbana. I creatori ci racconteranno come luoghi di esclusione (manicomi, penitenziari) si sono trasformati nel tempo in luoghi di inclusione (spazio socio-aggregativi, aule universitarie) e presenteranno un nuovo numero dedicato questa volta, agli spazi sotterranei.

Temporiuso – è un’associazione culturale che promuove progetti di riuso temporaneo di spazi in abbandono ed è anche una rete di collaborazioni con associazioni, attivisti e ricercatori a scala locale ed internazionale. L’obiettivo è riutilizzare in modo virtuoso stabili abbandonati attraverso progetti temporanei di animazione degli stessi.

Per info e contatti scrivete a associazione26per1@gmail.com.





Circolo G*A*G*A*R*I*N, una guerra piccola

18 01 2014

Chi l’ha detto che le guerre sono solo Grandi?

Il Circolo Gagarin vi si pianterà in testa che nemmeno farete in tempo ad accorgervene. Starete levandovi la maglia per piegarla e riporla nel cassetto e taac vostra sorella tornerà casa con dei pendenti pazzeschi. Dove li hai presi Shannyn?, le chiederete voi, con la testa nella maglia e la voce da gente che vive soprattutto nei tubi. Al Gagarin, vi risponderà lei. Ma non era un Circolo? Lo era, bello, adesso è un negozio di pendenti. Sai. Un po’ mi dispiace per Allegri.

Sh

Se dunque non volete perdervi l’apertura del Gagarin o, peggio, venirlo a sapere in ritardo abbastanza per perdervi pure la festa di chiusura, state attenti ai manifesti

ufo1

ai pendenti

Earrings-5

alla Prealpina

Schermata 2014-01-18 a 00.36.13

a Masao Adachi (aka masachi)

masao_adachi

e il regno dei cieli sarà vostro (solo con tessera ARCI).





MediaLab – Scrivere con le immagini

7 01 2014

myuncle5big

Come si realizza una cronaca filmata per il web? Come si progetta un corto cinematografico di finzione? Come si struttura un documentario? E ancora: Quanto costa girare un filmato di qualità? Qual è la strumentazione tecnica necessaria? Come si monta un videoclip?

26per1 in collaborazione con l’Università del Quadrifoglio propone un laboratorio per imparare a scrivere con le immagini ossia utilizzare il linguaggio audiovisivo per raccontare storie vere o di pura fiction.
Il corso avrà forma laboratoriale: i partecipanti lavoreranno su progetti propri utilizzando la forma di racconto audiovisivo prediletta e avranno il sostegno individuale del docente.

QUANDO
10 lezioni, dal 4 Febbraio 2014, ogni Martedì, dalle 21 alle 23

DOVE
presso la Sede del Quadrifoglio, via Lodi 20, Busto Arsizio – Zona Borsano

CHI
il laboratorio è condotto da Gilberto Squizzato, giornalista e regista

ISCRIZIONE
per iscriversi è sufficiente inviare una mail a corsi26per1@gmail.com, indicando nome, cognome e un indirizzo email valido.

COSTO
Il corso costa 55€ ed è riservato ai soci Arci 2014.
Chi al momento dell’iscrizione risulterà già socio Arci – 26per1 avrà uno sconto sul costo del corso di 5€.
Cosa aspetti? Corri a tesserarti! Scopri qui come diventare socio e approfittare dello sconto, altrimenti potrai tesserarti (al costo di 10€) insieme alla domanda di iscrizione al corso, non approfittando dello sconto.

Numero Max Iscritti: 30

Per informazioni scrivi a associazione26per1@gmail.com.





Fare la tessera ARCI a 26per1 porta fortuna

16 12 2013

Eccoci di ritorno a uno sputo da Natale e con una novità che le batte tutte:
26PER1 si è associata ad ARCI ed ha aperto ufficialmente la sua
Campagna Associativa per il 2014.

images

Perché Associarsi a 26PER1 nel 2014?
▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄

L’associazione a 26PER1 quest’anno avverrà con il rilascio della tessera ARCI, dal 1957 uno degli imprescindibili motori socioculturali del nostro paese. Tale tessera è valida per entrare in tutti i Circoli ARCI della penisola.
La tessera 2014 sarà valida e utilizzabile nei Circoli già da questi ultimi scampoli di 2013.

I motivi per associarsi a 26PER1 nel 2014 sono però anche altri: da mesi (anni?) stiamo lavorando sodo all’apertura del nostro Circolo a Busto Arsizio, un passo che reputiamo di importanza storica per la nostra città. I lavori proseguiranno ancora per alcuni mesi, durante i quali daremo fondo alle nostre risorse economiche (finora completamente interne a 26PER1), energetiche e di tempo.

Vi chiediamo quindi di supportarci in quest’avventura associandovi a 26PER1, e venendo dunque a fare la vostra tessera ARCI da noi. Non esiste modo più diretto e partecipato di questo per farlo. E in più avrete già la tessera per accedere al nostro Circolo, quando aprirà.

In ultimo, diventando soci di 26PER1/ARCI avrete diritto di partecipare alle nostre assemblee dei soci, alle nostre attività istituzionali e a tutta l’offerta formativa e culturale del prossimo anno che, compatibilmente con la “grande opera” su cui siamo impegnati, vi assicuriamo che sarà molto ricca.

Infine, in giro si dice che fare la tessera ARCI da noi porti fortuna.

Come Tesserarsi?
▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄

Per tesserarsi a S-oggetti – Migrando La Bottega, in via San Michele 7 a Busto Arsizio, in orario di negozio,  e chiedere di associarsi a 26PER1. Il costo della tessera rimane invariato: 10,00 euro.

Per qualsiasi dubbio o informazione scriveteci a: associazione26per1@gmail.com.
https://ventiseiperuno.wordpress.com/
associazione26per1@gmail.com





SPAZIO – under construction –

12 11 2013

Pochi giorni fa Varesenews ha raccontato di come 26per1 sta lentamente costruendosi la propria casa. Dopo una lunga ricerca abbiamo infatti trovato un posto che fa al caso nostro e che speriamo possa essere aperto al pubblico prima possibile. Cercavamo un luogo con un’ampia sala per i live, un locale altrettanto funzionale per il bar/la mensa/la sala studio, un’ aula per i corsi di formazione e i cineforum. Volevamo ci fosse abbastanza posto per parcheggiare le auto, il cortile per le bici, e che non fosse troppo lontano dal centro cittadino. Adesso che l’abbiamo trovato stiamo facendo il nostro meglio per trasformarlo nello spazio dei nostri sogni. Qui trovate alcune foto dei lavori in corso.

2843_09

 

26per1 però non dorme mai. Nonostante la ristrutturazione occupi la maggior parte del nostro tempo e richieda un mucchio di energia, abbiamo in cantiere una serie di workshop, corsi, collaborazioni ed eventi per l’inverno. Antenne dritte, dunque. Ci sentiamo presto!





#Filosoparty @26per1 – dance! dance! dance!

6 02 2013

No, non siamo impazziti, sappiamo ancora il fatto nostro.

Quest’anno anche 26per1 partecipa a FilosofArti, lo storico festival filosofico gallaratese di cui a breve troverete il programma qui. Il tema 2013 indaga l’identità e l’alterità in ogni sua sfumatura e a noialtri è frullata in testa una cosa niente male che ha bisogno di tutti voi. Perché? Adesso ve lo diciamo ma andiamo con ordine.

Candy-Pantene

Il festival comincia venerdì primo marzo al Teatro delle Arti di Gallarate con la proiezione mattutina di Quasi Amici (di O. Nakache e E. Toledano) e si conclude lunedì 11 con una lezione magistrale di Massimo Cacciari.

26per1 entra in gioco Sabato 9 marzo alle 21h00 con una festa al Museum Café di via Galvani 2 a Busto Arsizio. Un filosoparty che di filosofico ha l’intervento di una scrittrice a di una giovane autrice di fan fiction:

Con Eleonora C. Caruso (Comunque vada non importa, Indiana Editore) e Francesca Vignola (Scuola Holden) faremo due chiacchiere sull’identità in rete, sulle modalità di interazione tra pubblico e autore. Vedremo cosa accade quando la passione per una storia diviene talmente forte da volerne fare parte, riscriverla, cambiarla, fare come se.

Ma non è finita qui. Perché se è una festa ci deve essere la musica. E se la festa in questione è un social party la musica la sceglie direttamente chi viene a ballare. Cosa dovete fare dunque?

1.Aprire un account twitter;

2.Seguire @26per1;

3.Dirci in 140 caratteri che brano volete che @26per1 metta a #filosoparty.

Non dimenticate l’hashtag (#filosoparty) sennò non vi troviamo più e se siete persone precise metteteci anche una bella menzione (@26per1) così non si scappa.

4.Venire a Filosoparty, sabato 9 marzo dalle 21h00 e dance! dance! dance!





SLAM! @ Migrando La Bottega, Domenica 20 Gennaio dalle 18

15 01 2013

Il futuro è di chi lo fa.

Domenica 20 Gennaio presso la sede di Migrando la Bottega, via Pozzi 3, Busto Arsizio, 26per1 organizza uno SLAM POETRY con scrittori, musicisti, poeti di Busto Arsizio e dintorni, per parlare di Busto e per farla ancora vivere.

Migrando La Bottega è una realtà forte e di riferimento nell’ambito del commercio equo e solidale sul territorio di Busto Arsizio e non solo, e che come moltre altre botteghe sta attraversando un momento di difficoltà.

Domenica 20 Gennaio troverete Migrando aperta eccezionalmente, con sconti del 25% su tutto l’artigianato.

E dalle 18, 26per1 porterà tra le mura della Bottega uno spettacolo improvvisato, fatto di brevi testi originali e musiche, e nel cortile, che ha ospitato tante possibilità culturali e sociali, non mancherà neanche qualche bicchiere di vin brulè.
Poesia, musica e racconti, con la consapevolezza che le cose buone di una città debbano essere sostenute, difese e salvaguardate.

Il futuro è di chi lo fa.

Domenica 20 Gennaio, dalle ore 18

@Migrando La Bottega,

via Pozzi 3 a Busto Arsizio

SLAM!

Qualunque cosa si dica in giro, parole e idee possono cambiare il mondo.