Rettifica e chiarimento

13 09 2011

L’Associazione 26per1 acccoglie volentieri l’invito del Dott. Matteo Inzaghi, direttore di Rete55, a moderare i toni della comunicazione inerente la nostra precedente risposta al servizio andato in onda lunedì scorso  nell’edizione serale del telegiornale di rete, servizio inerente la presentazione dell’ebook collettivo “Per Genova: dieci anni dopo” .

Riteniamo il confronto diretto, cercato ed ottenuto da 26per1, il mezzo principe per dirimere una controversia come quella presentatasi, che riteniamo abbia alle sue radici proprio una mancanza di chiarezza. Specifichiamo inoltre che non era, non è e non sarà mai intenzione e modus operandi dell’Associazione insultare nessuno. Piuttosto, riteniamo un diritto quello di presentare una critica, specifica e circostanziata, verso le modalità di lavoro di un giornalista.

Parimenti l’Associazione, che vede comunque la sua immagine pubblica pesantemente lesa dal servizio citato, confida nell’impegno preso da Matteo Inzaghi di chiarificare, nelle sedi e con i modi che riterrà opportuni, che il bando di scrittura promosso da 26per1 non limitava la libertà espressiva di nessuno, né aveva tra i suoi fini quello di dare voce a una sola parte “politica” o ideologica, come invece il servizio lascia intendere contestualmente a un giudizio non certo positivo sull’imparzialità dell’Associazione e dell’iniziativa svolta.

26per1 specifica per l’ennesima volta che chiunque avrebbe potuto presentare un contributo al bando, vedendosi poi certamente pubblicato.

 Per l’Associazione 26per1

Il Presidente Francesco Tosi ed il Consiglio Direttivo


Azioni

Information

2 responses

13 09 2011
spino

Per esprimere giudizi adeguati su un evento che non si conosce è necessario capirlo. E’ necessario comprendere il nocciolo della questione e non pronunciarsi fino a quando non lo si è capito.

Innanzitutto, è bene che la giornalista sappia che la decisione di proporre un raccolta di racconti è frutto di ore e ore di discussione, anche non pacate. Chi le scrive spesso si è trovato in minoranza, non allineato al pensiero dominante nell’associazione.
Ecco, proprio per avuto questo ruolo, le scrivo che lei non ha capito cosa 26×1 ha creato.
Non l’ha capito perché guarda con gli occhi bendati verso luglio 2001. Per avere un adeguata visione dell’evento, bisognerebbe ampliare il proprio punto di vista.

In secondo luogo, mi collego a quanto appena scritto.
Noi abbiamo chiesto a tutti di partecipare al bando. Anche ai poliziotti e ai genovesi derubati che menziona nel suo fazioso servizio. Se questi non hanno risposto, per piacere, mi indichi le responsabilità dell’associazione 26×1.
Forse i primi, anche se non tutti, hanno lo sguardo miope come lei.
I secondi erano troppo impegnati a partecipare ai numerosi eventi che Genova e, di conseguenza, i Genovesi hanno organizzato per il decennale. Basta guardare un telegiornale che informa (anche se ormai si contano sulle dita di una mano!) per scoprirlo.

In terzo luogo, mi chiedo perché non ha semplicemente espresso i suoi dubbi durante la conferenza stampa. Le avremmo risposto perché siamo convinti che solo spiegandosi è possibile comprendere.
Evidentemente, lei non ha capito e non ha voluto capire.
Se l’evento l’avesse fatto qualche altra associazione bustocca, forse avrebbe capito.

Infine, la invitiamo insieme ai telespettatori del telegiornale domenica prossima alla lettura di questi racconti.
In quell’occasione avremo la possibilità di rispondere ai suoi dubbi e a quelli di molte altre persone.
Nell’ottica di ricordare Genova e di farla ricordare a chi vuole.
Non a tutti, a prescindere.

Perché se qualcuno non vuole ricordare, non ricordi. Non c’è problema, ma non deve neanche far polemiche fini a se stesse.
26×1 è più forte di queste polemiche.

18 09 2011
associazione26per1

Nelle due edizioni serali del TG di Rete55 di venerdì 16 settembre, l’emittente ha pubblicamente chiarito che il nostro bando era aperto a tutti e chiunque avrebbe potuto quindi presentare un contributo di qualsiasi natura, vedendoselo pubblicare.
Ringraziamo il Direttore di rete Dott. Matteo Inzaghi per avere tramutato in fatti un impegno preso.

Il Presidente Francesco Tosi ed il Consiglio Direttivo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: