Mostar United – 7 luglio nel cortile di Migrando

1 07 2011

Continua il ciclo di proiezioni e parole a cura dell’Associazione 26per1 in collaborazione con Migrando la Bottega nell’ambito di Corteincircuito 2011.

Giovedì 7 luglio la corte di via Pozzi 3 ospiterà Mostar United di Claudia Tosi, secondo classificato al Trieste Film Festival 2009 (premio del pubblico) e miglior documentario al Sarajevo Film Festival 2009.

Il ponte di Mostar a cavallo della Neretva non collega solo due sponde, ma due storie e due mondi contrapposti, obbligati a vivere insieme in nome di un paese, la Bosnia, che entrambi condividono. Distrutto da un bombardamento bosniaco-croato il 9 novembre 1993, a conclusione di un’offensiva durata settimane contro il quartiere bosniaco-musulmano, fu ricostruito in una decina di anni. Oggi più che mai torna ad essere simbolo di un incessante tentativo di superare i nazionalismi e di consegnare alle nuove generazioni una Mostar diversa. La brava Claudia Tosi ci racconta il conflitto tutto interiore di chi, dopo aver combattuto la guerra con le proprie braccia, crede nel cambiamento di mentalità e desidera profondamente che il sentirsi cittadino di Mostar non prescinda dal coesistere pacifico di entrambe le etnie. Ricostruire il senso perduto dell’unità è l’obiettivo di Mensud che, allenando una squadra giovanile di calcio, dimostra come un derby nella Mostar di oggi, avvelenata dal nazionalismo, significhi per le nuove generazioni mettere in discussione la propria identità e il proprio senso di appartenenza. Sullo sfondo l’Unione Europea, miraggio di pace e realizzata, il ricordo di Tito e le gare di tuffi dal ponte che da anni ne incantano gli osservatori. Indiscusso fil rouge è la storia di Dzenan, piccola promessa del calcio, che sogna un ingaggio altrove, magari in Germania, dove la gente, ai suoi occhi, si relaziona in un modo differente e migliore.

Prima della proiezione, aspettando che faccia buio, letture e musica dedicate ai balcani e alla città di Mostar. Come di consueto, durante la serata sarà possibile rinfrescarsi con una nuova qualità di birra artigianale Orso Verde e soddisfare l’appetito con stuzzicanti bruschette. Naturalmente, la Bottega Migrando sarà aperta per clienti e visitatori fino alle ore 24.

L’ingresso, come sempre, è gratuito.

Giovedì 7 luglio, alle ore 21.30 nel cortile di Migrando in via Pozzi 3 a Busto Arsizio, 26per1 vi porta nei Balcani. Non mancate.


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: