12 e 13 giugno, referendum: tutti a votare!

9 06 2011

Il 12 e 13 giugno 2011 si vota per 4 referendum abrogativi: due sulla privatizzazione dell’acqua, uno sul nucleare e uno sulla legge del legittimo impedimento.

I referendum garantiscono ai cittadini la possibilità di esprimere in maniera diretta la propria opinione sulle leggi varate dal governo: sono lo strumento più essenziale e necessario della democrazia. Eppure, le televisioni e la stampa nazionali non hanno dato e non stanno dando alcun rilievo a questa consultazione referendaria e non stanno fornendo ai cittadini le informazioni indispensabili per prendere una decisione.

I risultati del referendum saranno validi solo se si raggiungerà il quorum, ovvero se andrà a votare il 50% più uno degli aventi diritto. Poichè il referendum è lo strumento per eccellenza con cui i cittadini possono esprimere il proprio parere su argomenti di “comune interesse”, è importante che si vada tutti a votare affinchè il verdetto finale esprima e rifletta davvero l’opinione di una vasta maggioranza degli italiani.

L’associazione 26per1 ha già aderito, l’anno scorso, alla campagna Acqua Bene Comune, per raccogliere le firme necessarie ad istituire i referendum contro la privatizzazione dell’acqua. La nostra posizione, è chiaro, è quella di invitarvi ad andare a votare, facendo una croce sul SI’: in questo modo, si eviterà che le fonti idriche possano essere privatizzate, e che il gestore della fonte possa decidere di alzare i prezzi, facendo levitare i costi della bolletta dell’acqua. A questi due SI’, aggiungiamo anche quelli dei referendum sul nucleare e sul legittimo impedimento: non vogliamo centrali nucleari nel nostro paese, e pretendiamo che la giustizia sia uguale per tutti.

I temi di questi referendum sono di interesse prioritario, riguardano la nostra vita di tutti i giorni e diritti fondamentali della nostra esistenza. Per questo, vi chiediamo di andare a votare ai referendum del 12 e 13 giugno e di votare 4 SI’. Per l’acqua pubblica, per un ambiente sicuro, per una legalità imparziale.

E ditelo a tutti: l’informazione nazionale e ufficiale spera che voi restiate a casa, oppure che andiate al mare, e vi dimentichiate di esprimere liberamente il vostro diritto di voto. Pensateci voi, pensiamoci tutti, a informare, e il 12 e 13 giugno andiamo a votare.

Link utili:

Guida ai referendum abrogativi, Referendum 2011, 4 Sì ai referendum, Forum italiano dei movimenti per l’acqua, Comitato nazionale vota SI’ per fermare il nucleare.








Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.